Salta al contenuto principale

Come ridurre il consumo della carta

Spreco carta

Mentre si avvicina la ripresa dell'anno scolastico, le famiglie devono fare i conti con la crisi della carta ed il caro libri. Come Life Company, sappiamo quanto sia importante sensibilizzare le persone alla sostenibilità ambientale: usare meno carta significa abbattere meno alberi, preservando il polmone del nostro Pianeta. Ecco qualche consiglio per ridurre il consumo di carta.

 

Lo sapevi che, in media, ogni italiano consuma 200 kg di carta all'anno (l'equivalente di 80 risme di fogli A4)? Sapevi, inoltre, che una famiglia di quattro elementi, ogni anno, usa una quantità di carta pari a quella prodotta da due alberi? E che, nonostante Internet e la digitalizzazione dei documenti, nel nostro Paese ancora vengono stampate più di trenta pagine pro capite ogni giorno?

Sono numeri che fanno riflettere, soprattutto se si considera che, per produrre una tonnellata di carta bianca, occorrono 440mila litri di acqua. Così, mentre ci avviciniamo alla ripresa dell'anno scolastico, le famiglie devono far i conti con un'altra crisi: quella della carta, con il conseguente caro libri.

 

In un Paese che ogni giorno consuma 8 milioni di chili di carta, è forte l'impatto della crisi della cellulosa. Oltre all'impennata dei costi (superiore al 70%), gli editori hanno oggi una maggior difficoltà nel reperire la materia prima. Tra il 2020 e il 2021 la pandemia ha provocato vari problemi di approvvigionamento e di trasporto, aggravati poi dal conflitto in Ucraina e dall'aumento del costo dell'energia. Risultato? Diversi libri scolastici per l’anno nuovo non sono ancora pronti e potrebbero arrivare in ritardo sugli scaffali delle librerie. 

Mentre ci godiamo l'estate, cosa possiamo fare in concreto rispetto a questa situazione? Come Life Company, abbiamo a cuore la sensibilizzazione delle persone sul consumo della carta per ridurre l’inquinamento e risparmiare su risorse preziose come l'acqua e l'energia necessaria ai procedimenti produttivi. Vediamo allora qualche gesto semplice che ci consentirà di ridurre il consumo di carta: 

 

  • Evita gli imballaggi 

Quando possibile, acquista i prodotti sfusi, venduti senza imballaggi. Talvolta puoi riutilizzare alcuni imballaggi, allungando il loro ciclo di vita (ad esempio, puoi riempire nuovamente il cartone delle uova senza cestinarlo)

  • Differenzia i rifiuti

Secondo le recenti ricerche di Comieco, il Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a Base Cellulosica, nell'ultimo anno in Italia sono stati destinati alla raccolta differenziata oltre 3,6 milioni di tonnellate di materiale cellulosico. Un ottimo risultato, ma si stima che 800mila tonnellate di carta e cartone ancora finiscono nell’indifferenziato.

In realtà, al di là dei giochi di parole, una raccolta differenziata ben fatta... fa la differenza! Pensa che certe tipologie di imballaggio possono arrivare fino a 25 cicli di "nuove vite". Mentre per produrre da zero una tonnellata di carta servono 15 alberi, 440mila litri di acqua e 7.600 kW di elettricità, riciclando la carta si preservano gli alberi dall'abbattimento e si utilizza una quantità di acqua e di energia nettamente inferiore.

Inoltre, terminati i vari ricicli, la carta ha l'enorme vantaggio di essere compostabile e biodegradabile.

  • Acquista prodotti in carta riciclata 

Ormai ce n'è per tutti i gusti: dai quaderni ai libri, dalle confezioni più elaborate ai semplici fogli... La carta può essere recuperata fino a sette volte. Perciò, quando acquisti prodotti di carta, scegli quelli in carta riciclata: oltre a risparmiare, contribuirai a ridurre gli sprechi.

  • L'usato che vale

Per contenere la spesa dei libri scolastici, salvaguardando al tempo stesso l'ambiente, anziché acquistare testi nuovi puoi scegliere volumi già usati. E chissà, magari potrai trovarci utili appunti e sottolineature del precedente proprietario.

  • Stampa solo se necessario 

Il più delle volte in ufficio capita di stampare contenuti che potresti leggere semplicemente dal pc, ma c'è una buona notizia: anche questa abitudine può essere cambiata! Basta poco: anziché inviare un file alla stampante, salvalo su una chiavetta o un servizio Cloud. Altrimenti scansionalo e archivialo in formato digitale: in questo modo, avrai i tuoi contenuti sempre a portata di mano e, soprattutto, contribuirai a tutelare l'ambiente.

  • Scegli il fronte-retro

Quando ti è necessario avere un documento cartaceo, puoi impostare la stampante in modo da sfruttare entrambi i lati del foglio. Inoltre, puoi scegliere la bassa risoluzione così da evitare sprechi di inchiostro. Tieni presente, infine, che le stampanti ecologiche a basso consumo energetico riescono a ridurre il consumo di energia fino al 95 per cento rispetto alle stampanti tradizionali.

  • Riduci la dimensione dei font

Prima di inviare un file alla stampa, controlla se sono presenti immagini o grafici inutili. In tal caso, puoi eliminarli e ridurre gli spazi tra i paragrafi e la dimensione dei font: se consideri che ogni albero produce circa 12mila fogli, ti renderai conto che una riga vuota in più o in meno fa la differenza.

Ultimo consiglio, scegli la bolletta online di A2A Energia

Come Life Company vogliamo contribuire alla tutela dell'ambiente, semplificando la vita di chi ci sceglie. Per questo, incentiviamo la scelta di ricevere la nostra bolletta in formato digitale. Perché anche la stampa e l'invio, tramite posta ordinaria, delle bollette gas e luce genera inquinamento: per produrre ogni grammo di carta vengono emessi circa 0,70 grammi di anidride carbonica, dunque l’impatto ambientale non è trascurabile, se si considera che ogni pagina di una fattura cartacea pesa in media 40 grammi. 

Oltre ad abbattere le emissioni di CO2, risparmiando anche l'acqua necessaria a produrre la carta, la bolletta digitale offre ulteriori vantaggi: 

  1. è pratica e comoda: con la bolletta in formato elettronico è possibile visualizzare le fatture, ovunque e in qualsiasi momento, da pc, tablet e smartphone, accedendo all’Area Clienti. Inoltre, le fatture web possono essere conservate nei propri device o su un eventuale cloud e non sono soggette ad ingiallimento e usura;
  2. è amica dell’ambiente: non solo perché riduce l’uso della carta, ma anche perché abbatte le emissioni di CO2 richieste dalla produzione, dal trasporto e dalla consegna delle fatture tradizionali;
  3. è rapida e puntuale: la bolletta digitale viene recapitata con puntualità e senza il rischio di smarrimenti.

 

Dunque si tratta di una scelta green, che testimonia l’attenzione alla sostenibilità e l’impegno che noi di A2A Energia mettiamo ogni giorno per la salvaguardia dell’ambiente.

 

Iscriviti alla newsletter