Salta al contenuto principale

Wallbox: guida completa per ricaricare l’auto elettrica a casa

Wallbox: ecco la guida completa per ricaricare la tua auto elettrica a casa

Per molti proprietari di auto elettriche, la casa è il punto di ricarica principale. Ecco come usare una wallbox correttamente.

Le wallbox, dette anche stazioni di ricarica a parete, sono una soluzione di ricarica per veicoli elettrici, compatibili con la maggior parte dei modelli attualmente disponibili in commercio.

Di solito i veicoli restano in sosta nel box o nel posto auto per diverse ore soprattutto la notte. Questo tempo può essere sfruttato per ricaricare la batteria del proprio veicolo elettrico, in modo tale da ritrovare al mattino la batteria completamente carica. Ecco alcuni consigli pratici su come ricaricare la propria auto elettrica in casa.

Perché installare una wallbox
Le normali prese di corrente, come le Schuko comunemente utilizzate per elettrodomestici ad alto voltaggio, non sono progettate per resistere a potenze elevate per molte ore continuative, come quelle richieste da un’auto elettrica in ricarica.
Bisogna quindi adottare tutti gli accorgimenti per poter disporre di un punto di ricarica sicuro nella propria abitazione ed evitare pericolosi incidenti.
Per questioni di sicurezza e di ottimizzazione dei tempi di ricarica, considerata la ricarica notturna dei veicoli, la wallbox risulta il migliore strumento per una ricarica sicura e efficiente del proprio veicolo.

Per installare una wallbox non servono autorizzazioni
Per installare una wallbox non occorre richiedere alcun permesso da parte del fornitore di energia, e non sarà necessario avviare alcuna pratica nei confronti del gestore di rete.
Per una scelta ancora più sostenibile, una soluzione da prendere in considerazione, se si ha la possibilità, è collegare la wallbox all’impianto fotovoltaico. Questa opzione consentirebbe da un lato di ammortizzare ulteriormente i costi per le ricariche attraverso la produzione autonoma di energia, dall’altro, grazie alle batterie di accumulo presenti sugli impianti fotovoltaici, di scegliere di ricaricare il proprio veicolo anche nelle ore serali, senza appoggiarsi ulteriormente sulla rete elettrica nazionale.

Con la wallbox non occorre cambiare contatore
Per installare la wallbox non occorre cambiare il contatore, è sufficiente collegarla a quello già esistente, come se fosse un qualsiasi elettrodomestico di casa. Inoltre, non è necessaria una contabilizzazione separata dell'elettricità utilizzata per la ricarica del proprio veicolo elettrico.
Per evitare black out si possono utilizzare stazioni di ricarica con l’erogazione di corrente regolabile. Questo tipo di stazioni di ricarica monitorano costantemente i consumi domestici e gestiscono automaticamente la quantità di energia elettrica assorbita dall’auto, evitando il superamento della potenza massima erogata dal contatore. Di solito è meglio ricaricare l’auto durante le ore notturne, quando nella maggior parte dei casi i consumi domestici sono più bassi.
Le stazioni di ricarica per veicoli elettrici che regolano automaticamente la potenza sono molto utili anche nel caso in cui sono collegate a un impianto fotovoltaico; in tal modo, infatti, è possibile massimizzare l’autoconsumo.

Quando ricaricare l’auto elettrica
A differenza di quanto molti credono, non occorre attendere che la batteria dell'auto si scarichi del tutto per poi poterla ricaricare. Per le batterie a litio di ultima generazione, installate sulle automobili elettriche più moderne, anzi è vero esattamente il contrario, cioè è meglio evitare di portare la carica a livelli troppo bassi, perché più il livello della corrente residua si avvicina allo zero, maggiore sarà lo sforzo necessario a ricaricarla. Meglio, quindi, piccole ricariche parziali frequenti, nel gergo tecnico del mondo della mobilità elettrica chiamati “biberonaggi”. Per cui chi ha un’auto elettrica fa bene a metterla sempre in carica ogni volta che la parcheggia nel proprio box o posto auto.

Quanto tempo occorre per ricaricare un’auto elettrica con la wallbox
La velocità di ricarica dipende da tre fattori principali: la capacità della batteria del veicolo, la potenza erogata per ricaricare l’auto e la potenza massima supportata dal caricabatteria interno al veicolo che si vuole ricaricare. Chiaramente, se i due valori sono diversi, il valore effettivo è sempre quello più basso tra i due.
Va da sé che tanto maggiore è la capacità di una batteria, tanto più tempo occorrerà per ricaricarla. Mediamente le auto elettriche in commercio hanno batterie comprese tra 30 kWh e 50 kWh, ma esistono anche auto con batterie più piccole o più grandi. Una ricarica completa con una potenza di 3,7 kW richiede circa 5 o 6 ore, invece una ricarica completa a 7,4 kW richiede circa 2 o 3 ore di tempo.
Questi tempi sono stimati per veicoli completamente scarichi, tenendo conto della capacità media delle batterie attualmente in circolazione, ma come detto, raramente si fa una ricarica completa, partendo da una batteria completamente scarica, per cui i tempi di ricarica sono nettamente inferiori, dunque si può ottenere un’auto completamente carica in un paio di ore. Ovviamente anche questo valore dipende da quanti chilometri ha percorso il veicolo e, di conseguenza, quanta energia ha consumato durante tutta la giornata.

Wallbox A2A: una soluzione vantaggiosa e sostenibile
Costruita con materiali riciclati, la Wallbox A2A è l’alleata ideale per la mobilità elettrica la mobilità elettrica. Grazie alla gestione delle ricariche tramite smartphone, scaricando l’app E-moving e procedendo alla configurazione, con un’unica app si potranno gestire sia le ricariche a casa sia su strada.

Le Wallbox A2A includono diversi servizi:

  • Ricarica in Plug&Charge o con RFID Card;
  • Connettività Wi-Fi e 3G/4G;
  • Regolazione automatica della potenza;
  • Gestione con App E-moving;
  • Un bonus di 80€ per la ricarica pubblica con servizio A2A E-moving.

Prenota un sopralluogo gratuito con un consulente A2A per trovare la soluzione Wallbox A2A migliore per le tue esigenze.

Vuoi scoprire l'offerta giusta per te?

Lasciaci i tuoi dati, sarai richiamato da un nostro esperto che ti guiderà nella scelta dell'offerta più adatta alle tue esigenze.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e su di esso si applicano l'Informativa sulla privacy e i Termini del servizio di Google.

Prendi visione dell'informativa privacy. Presa visione dell'informativa privacy sopra indicata, acconsento al trattamento dei miei dati personali per finalità di marketing (invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato e comunicazione commerciale) su prodotti e servizi offerti da A2A Energia, tramite modalità di contatto automatizzate e tradizionali così come descritte nell'informativa.