Salta al contenuto principale

Ecobonus Auto elettrica: come funzionano i nuovi incentivi 2022

Ecobonus Auto elettrica: come funzionano i nuovi incentivi 2022

Ecobonus auto elettriche 2022: dopo l’approvazione della Corte dei conti arriva la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Via libera all’ecobonus per l’auto elettrica 2022: con la pubblicazione in gazzetta diventa operativo. Ma la piattaforma ministeriale per prenotare i contributi apre il 25 maggio.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DPCM relativo agli ecobonus per i veicoli elettrici, arriva una vera e propria boccata di ossigeno per tutto il comparto automobilistico italiano.
Il provvedimento stanzia, per il triennio che va dal 2022 al 2024, 650 milioni di euro per ciascuno degli anni, per un totale di quasi 2 miliardi in tre anni. Tali fondi rientrano tra le risorse messe a disposizione dal Governo nel Fondo automotive per il quale è stata prevista una dotazione finanziaria complessiva di 8,7 miliardi di euro fino al 2030. Il provvedimento incentiva l'acquisto di auto e moto elettriche e di veicoli ibridi ed endotermici a basse emissioni.

Ecobonus per l’acquisto di auto destinate a persone fisiche
Il provvedimento varato dal governo prevede incentivi per diversi tipi di mezzi appartenenti alla categoria M1, destinati soltanto alle persone fisiche. Una percentuale dei fondi è riservata alle società di car sharing per l’acquisto dei veicoli elettrici, ibridi, plug-in. Ecco nel dettaglio le tipologie di veicoli incentivate.

Ecobonus per l’acquisto di auto elettriche
Per l'acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 0-20 g/km, ossia di veicoli elettrici, con un prezzo fino a 35 mila euro più Iva, è possibile richiedere un contributo di 3 mila euro, a cui potranno aggiungersi altri 2 mila euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5. Questa categoria di ecobonus è finanziata con 220 milioni nel 2022, 230 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Ecobonus per l’acquisto di auto ibride e plug-in
Per l'acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissione 21-60 g/km, si tratta di auto ibride e plug-in, con un prezzo fino a 45 mila euro + Iva, è possibile richiedere un contributo di 2 mila euro a cui potranno aggiungersi ulteriori 2 mila euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5. Questa categoria di ecobonus è finanziata con 225 milioni nel 2022, 235 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024.

Ecobonus per l’acquisto di auto a motore endotermico a basse emissioni
Per l'acquisto di nuovi veicoli di categoria M1 nella fascia di emissioni 61-135 g/km, cioè di auto con motori endotermici a basse emissioni, con un prezzo fino a 35 mila euro più Iva, è possibile richiedere un contributo di 2 mila euro se è contestualmente rottamata un’auto omologata in una classe inferiore ad Euro 5. Questa categoria di ecobonus è finanziata con 170 milioni nel 2022, 150 milioni nel 2023 e 120 milioni nel 2024.

Gli ecobonus per l’acquisto di veicoli per le piccole e medie imprese
Altri incentivi invece sono stati destinati al rinnovo del parco veicoli delle piccole e medie imprese. Nello specifico sono stati previsti contributi per l’acquisto di veicoli commerciali di categoria N1 e N2, nuovi di fabbrica, ad alimentazione esclusivamente elettrica. L’incentivo viene concesso con la contestuale rottamazione di un veicolo appartenente a una classe inferiore ad Euro 4. Il decreto prevede i seguenti incentivi:

  • per i veicoli N1 fino a 1,5 tonnellate è riconosciuto un contributo di 4.000 euro; per i veicoli N1 superiori a 1,5 tonnellate e fino a 3,5 tonnellate è corrisposto un contributo di 6.000 euro;

  • mentre per i veicoli N2 da 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate è finanziato un contributo di 12.000 euro;

  • per i veicoli N2 superiori a 7 tonnellate e fino a 12 tonnellate è riconosciuto un contributo di 14.000 euro.

Queste categorie di ecobonus sono finanziate con 10 milioni nel 2022, 15 milioni nel 2023 e 20 milioni nel 2024.

Gli ecobonus per l’acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici
Sono stati previsti incentivi anche per l'acquisto di ciclomotori e motocicli appartenenti alle seguenti categorie: L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7.

Gli incentivi sono così ripartiti:

  • per l'acquisto di ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi, appartenenti alle suddette categorie, viene erogato un contributo del 30% del prezzo di acquisto fino a un massimo di 3 mila euro e del 40% fino a 4000 mila euro se viene rottamata una moto in una classe da Euro 0 a Euro 3. Questo ecobonus è finanziato con 15 milioni di euro per gli anni 2022, 2023 e 2024.

  • per i ciclomotori e motocicli termici, nuovi di fabbrica, sempre appartenenti alle stesse categorie, è previsto invece, a fronte di uno sconto del venditore del 5%, un contributo del 40% del prezzo d'acquisto e fino a 2500 euro con rottamazione. Questa categoria di ecobonus è finanziata con 10 milioni nel 2022, 5 milioni nel 2023 e 5 milioni nel 2024.

L’ecobonus per auto elettriche entra in vigore, ma con qualche ostacolo

Con la pubblicazione in gazzetta, il DPCM relativo agli ecobonus per le auto elettriche, entra effettivamente in vigore. Ma ci sono ancora alcuni passaggi da ultimare.
Il Ministero dello Sviluppo economico renderà operativa la piattaforma ecobonus.mise.gov.it, dove i concessionari potranno prenotare i contributi, dalle ore 10 di mercoledì 25 maggio. Tuttavia, i contratti saranno validi sin da subito.
Rimane invece da rivedere la clausola che prevede l’obbligo di consegna dell’auto entro i 180 giorni dalla stipula del contratto di acquisto, ereditata dal decreto del Ministro dello sviluppo economico del 20 marzo 2019, a cui il DPCM, appena pubblicato in gazzetta, fa ancora riferimento. Con l’attuale crisi del mercato del chip i tempi di consegna superano anche i 12 mesi; dunque, probabilmente, sarà necessario che il governo vari un provvedimento correttivo per aggiornare i tempi.

L’arrivo degli ecobonus per le auto elettriche, così come la diffusione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche è certamente una buona notizia per il mercato italiano dei veicoli elettrici ma anche per l’ambiente.

Vuoi scoprire l'offerta giusta per te?

Lasciaci i tuoi dati, sarai richiamato da un nostro esperto che ti guiderà nella scelta dell'offerta più adatta alle tue esigenze.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e su di esso si applicano l'Informativa sulla privacy e i Termini del servizio di Google.

Prendi visione dell'informativa privacy. Presa visione dell'informativa privacy sopra indicata, acconsento al trattamento dei miei dati personali per finalità di marketing (invio di materiale pubblicitario, vendita diretta, compimento di ricerche di mercato e comunicazione commerciale) su prodotti e servizi offerti da A2A Energia, tramite modalità di contatto automatizzate e tradizionali così come descritte nell'informativa.